Homepage - Allevamenti -Dog-training - Vet jack - Annunci - Jack-Matic™ - Le foto  -  Books-Libri  - FORUM - NewsShop

La pagina dell'esperto Jack!

Jack Russell Terrier, allevamenti tutte le inf0rmazioni...

Pagina:  1  2  3  >4  5  6  7  8  9   10

Richiesta: Ciao Claudio, mi chiamo Caterina e tra poco , finalmente, avro una jakkina di due mesi! volevo sapere da te se credi che un cucciolo cosi piccolo potrà affrontare un viaggio in treno(roma-milano) di 4 ore e mezzao! al momento della partenza la piccola avrà 2 mesi e 10 giorni, che ne pensi? .....rischia di soffrire? fammi sapere altrimenti non parto! e poi mi chiedevo anche se il cucciolo puo' uscire, o stare a contatto con altri cani prima di aver fatto l'ultimo richiamo delle vaccinazioni! spero che tu mi possa rispondere altrimenti per quest'ultima domanda chiederò al mio veterinario. grazie mille, a risentirci , Caterina.
Risposta: Ciao Caterina, quattro ore in treno non sono tante, se prima avrai fatto stancare giocando e camminando il tuo cucciolo vedrai che dormirà per tutto il tempo nel suo trasportino. La seconda domanda è di spettanza del veterinario, secondo me è meglio portarlo fuori, evitando luoghi come parchi ed aree troppo frequentate dai cani, portalo in campagna e fallo passeggiare e giocare con te, sarà utile per la sua crescita e la sua educazione. Ciao e fammi sapere
Richiesta: Micky è il mio jack di 14 mesi. Audace ,socievole ama molto giocare con gli altri cani e con le persone Tenerissimo con le mie amiche a volte aggressivo con gli uomini in particolare con alcuni ragazzi. Ha imparato prestissimo a non sporcare in casa e ha smesso di rosicchiare non appena ha completato i denti. Risponde al richiamo, mi segue e mi cerca se scompaio dalla sua vista, quando giochiamo a palla mi riporta sempre la palla al piede. E' un po prepotente ma credo che dipenda dalla mia eccessiva tenerezza, viviamo noi due soli....Ha anche imparato a stare solo in casa quando esco per la spesa. Direi che è un cane ubbidiente senza essere sottomesso. Il problema sta nel suo comportamento con gli altri cani maschi sebbene fin da cucciolo l'abbia portato quotidianamente in posti frequentati da altri cani, ora tende ad aggredire in modo furioso ogni cane maschio che gli passa accanto. Al parco, dove nel passato potevo spesso lasciarlo libero per giocare con le sue amic hette,sono ora costretta a tenerlo al guinzaglio. Infatti, qualsiasi cosa stia facendo se in lontananza appare un cane, si allontana con la velocità di un fulmine e se il cane è un maschio lo aggredisce o comunque tenta..... Il fatto che più mi dispiace è che in questi casi non mi ubbidisce assolutamente. Avevamo l'abitudine di andare spesso a trovare alcuni amici che hanno una casa in campagna con un giardino immenso dove Micky poteva giocare libero con i loro quattro Beagle, tre femmine ed un maschio di tre anni. Era bellissimo vederli giocare e scambiarsi affettuosità, ora dopo il recente calore delle femmine, (durante il periodo di estro non siamo andati a trovarli) l'aggressività di Micky nei confronti del maschio beagle, che naturalmente si difende, mi costringerà a rinunciare.....La veterinaria dei Beagle, interpellata,ha detto che potrebbero farsi del male seriamente e che l'unica soluzione per farli tornare amici è castrare uno d ei due Anna
Risposta: Non sono veterinario, ma mi sembra che la castrazione di un animale sia l'ultima soluzione da prendere in considerazione. Ultimamente ho notato che la si ordina con la stessa facilità dell'aspirina. Per prima cosa io mi fermerei sulle tue parole "è un po prepotente, ma viviamo noi due soli", temo significhi a volte gli lascio fare quel che vuole, se così fosse non lo devi più fare, devi tenerlo più controllato. Non intervenite separandoli ogni volta che scoppia la rissa, i cani hanno le loro regole ed una volta stabilita la gerarchia convivono pacificamente, se gli impediamo di "spiegarsi" loro restano sempre con il dubbio che sfocia poi nelle risse. Sappi però che la mia spiegazione è approssimativa e che per risolvere problemi di questo tipo occorre tempo e maggiore conoscenza dei fatti, dei soggetti e sopprattutto del comportamento dei proprietari. A tal proposito nel sito esiste una scheda comportamentale, se vuoi, inviamela compilata potrò essere più preciso. Ciao e a presto. 
Richiesta: Ciao, io mi trovo a dover decidere tra un maschietto o una femminuccia........di istinto ho sempre voluto un maschio pero tutti mi dicono che un maschietto di JRT, é piu agressivo con gli altri cani, piu disubbidiente insomma , secondo tutti, per me, che vivo in un appartamento una femminuccia e meglio! che ne pensi ? ho veramente bisogno di un consiglio per adesso mi trovo proprio spiazzata!
Risposta: Ti dirò che questa regola non è sempre valida, anzi secondo la mia esperienza se non siamo al 50% direi che sono un po più forti le femmine di temperamento. Con una buona educazione tuttti i cani diventano degli ottimi compagni, non mi farei problemi di sesso. Ciao e a presto.
Richiesta: Carissimo Claudio, rieccomi di nuovo a consultarti e a chiederti aiuto. Hai visto di persona che caratterino ha la mia Maya e come si è comportata al raduno una volta messa sul tavolo per essere valutata dal giudice. Ora il problema, che si ripete ancor peggio quando la porto dal veterinario, è che pur cercando di calmarla con carezze e rassicurazioni non ho ottenuto nulla, ho pensato che forse dovrei provare a metterla sul tavolo io stessa in modo da ricreare la situazione che mi si presenterà quando saremo davanti a un giudice x il riconoscimento. Ma sicuramente in casa con noi non si comporterebbe allo stesso modo perchè da noi si lascia fare quasi tutto, e non posso neanche usare altre persone come cavie. Anche le ultime esperienze dal veterinario non sono state facili, ormai appena sente l'odore "nemico" dell'ambulatorio non ne vuole sapere si divincola in tutti i modi e diventa mordace. Spero che potrai darmi qualche consiglio perchè è un problema che non so proprio come risolvere! grazie ancora ciao Alessia
Risposta: Ciao Alessia ho avuto modo di vedere il comportamento di  Maya, bisogna tornare un passo indietro e ricominciare con il seduto ecc.  senza concedere mai nulla senza prima avere avuto obbedienza al nostro  ordine. Maya non ha problemi particolari, è molto vivace ed ha un  temperamento molto forte, doti che un giorno daranno i loro risulati. Dal  veterinario i cani ci vanno malvolentieri, ma se tu di comune accordo con il  tuo veterinario riesci a trasformarlo in gioco vedrai la differenza. Per  ora pazienza e lavoro, so che ce la farai. Ciao Claudio.
Richiesta: Caro Claudio, ho un jrt di tre mesi, c'è un problema la mia "Nespolina" continua a fare pipì dentro la sua cuccia, come faccio a farla smettere? Continua a farla anche sul pavimento anche se ultimamente sempre più frequentemente la fa sul giornale. grazie mille Claudia
Risposta: Ciao Claudia, credo che sia normale, l'importante è che a tre mesi cominci ad usare il giornale. Potrebbe dipendere dalla frequenza delle uscite, un cucciolo deve uscire almeno ogni tre ore, dopo mangiato e appena risvegliato, se farai così non la farà più nella sua cuccia e tra breve non avrà più bisogno neppure del giornale. Ciao
Richiesta: Comportamento Olivia (vivacissima JRT di 3 mesi) ha come soprannome "Coccodrillo" poiche' per esprimere la sua voglia di giocare morde in continuazione. E' difficile quindi accarezzarla e solo per pochi momenti si fa fare le coccole. Il problema e' che Carlotta (mia figlia di 7 anni) ogni tanto ha paura di Olivia che invece la cerca ed abbaia come una matta se Carlotta non l'accarezza (morso garantito). Cosa possiamo fare? I primati di resistenza li registra Alberto (mio marito) che si fa mordere senza (apparenti) problemi. Posso sperare che il nostro JRT (che nonostante sia femmina e' un torello con un coraggio da leone) si comporta in questo modo perche' e' cucciolo? Posso anche sperare che perda il vizio di rosicchiare i mobili ? Grazie e un bacio a tutti i JRT del mondo !
Risposta: Per prima cosa Alberto deve impedire ad Olivia di morderlo, come ho già avuto modo di scrivere, questo è un difetto molto pericoloso, soprattutto per i bimbi. Impeditele di mordervi ricordandovi che la pelle di un adulto è più dura di quella di un bimbo, e la vostra Olivia se autorizzata a mordere un adulto per gioco, farà poi la stessa cosa con i bimbi, ed i suoi denti saranno più lunghi ed i morsi più dolorosi. Il rosicchiare dei cani scaturisce da una situazione di stress, temo che la vostra cucciola sia troppo viziata e non educata all'obbedienza. Datele ordini fin da piccola e mattetela subito nella giusta posizione della scala gerarchica familiare. Buon lavoro e fatemi sapere.
Richiesta: Sempre io :-) Domanda banale, tu dici "premiatelo quando risponde ad un ordine in modo corretto con un bocconcino o una carezza", benissimo. Ma cosa intendi per bocconcino ? Io personalmente ho preso qualcuno di quei "legnetti" colorati che vendono a poche lire nei negozi di animali e gliene do un pezzetto come premio. Non vorrei mai che come "premio" si debba usare filetto di manzo :-)) Tu ? Cosa usi ? Ciaoooo. Julien
Risposta: Filetto di manzo no, quello lo mangio io, anche perchè i  nostri amici preferirebbero parti più dure e saporite. > Io uso il loro cibo in crocchette, comodo da trasportare e ottimo per la  loro dieta. Ciao e a presto.
Richiesta: Ciao Claudio. Ho un JRT incontrato da Nadia qualche giorno fa che ha circa 3 mesi. Mi sono accorto che il "signorino" ha la "sana" tendenza a mangiare ciò che trova per strada e ciò che anche estranei gli porgono (ovviamente mi inca..o se vedo qualcuno dare da mangiare o offrire cibo al mio cane con la persona) e B vorrei sapere se esiste una "strategia" da iniziare a mettere in pratica per fare in modo che in futuro accetti il cibo solo dalle persone che seguono con me la strategia (non sono tanto ingenuo da volere che il cane mangi solo da me, se avessi un incidente in macchina non mangerebbe più da nessuno)/B. Nel frattempo ti dico che il mio Splash pare avere un carattere molto interessante. Ringhioso e follemente abbaione quando gioca ma dolce e squisitamente dolce al momento delle coccole. Sembra serio (sò che mi capirai anche se a molti parrà strano dire di un cucciolo casinista di 3 mesi che è serio) e docile. Per ora mi segue abbastanza bene e da vici! no (tranne che in prossimità di porte cigolanti o "grandi") e al primo contatto col guinzaglio ha dimostrato ottima disponibilità. E' coraggioso e con le palline (anche se non gli sono ancora scese :-) tanto da entrare in ascensore con me senza problemi (quando il mio precedente cucciolo di bassotto avevo dei problemi).Se posso permettermi un consiglio a tutti i padroni di cani del mondo, credo che la mia soddisfazione, dopo solo 5 giorni di convivenza, sia il calore corporeo e il contatto fisico. Bisogna stringerli a sè, toccarli in modo "pieno" e non con la punta del dito. Farsi sentire insomma. Ma sempre ognuno al suo posto. Lui per terra e il meno possibile in braccio. Attualmente Splash adora il tappetino del mio bagno al punto da "benedirlo" ogni giorno, ma imparerà presto. Una setter-ina gli sta facendo da maestra :-) Julien
Risposta: Ciao Julien, da quanto leggo vedo che ho poco da insegnarti, il tuo comportamento è ottimo.Per il problema del cibo ti dirò che è un po presto, ma puoi comunque cominciare con il "NO" quando qualcuno gli da del cibo e distraendolo subito con il gioco o un altro boccone. Continua così, vedrai quante soddisfazioni ha ancora da darti il tuo piccolo amico.
Richiesta: Ho un Jack Russell di sei mesi circa, femmina, adottata da tre mesi dopo essere stata abbandonata dai proprietari lungo una strada. Abito in un condominio con giardino molto ampio, ed ogni volta che "Zoe" trova il cancello aperto scappa in strada rischiando la pelle. Inoltre non riesco a farmi obbedire quando voglio che rientri in casa. A passeggio con il guinzaglio va dove vuole lei. Io cerco di trattarla con la massima dolcezza, tanto che si è molto affezionata a me e a mia moglie, ma sono molto preoccupato soprattutto per la sua incolumità. Cosa posso fare? Ale
Risposta: la dolcezza va benissimo ma ci vuole anche decisione e fermezza. Quando il cane tira a guinzaglio bisogna strattonarlo e riportarlo al nostro passo, in continuazione, senza mai tenere il guinzaglio in tensione. Dando sempre prima il comando e poi lo strattone se non esegue, MAI il contrario, lo sottolineo perchè è un errore diffuso. Per il cancello invece, oltre al guinzaglio normale applicane uno di 5 metri circa, arriva con il cane a quella distanza dal cancello, quando scappa richiamalo ed ordina fermo, non si fermerà, quindi tu quando sarà sulla soglia che non può attraversare fermalo con uno strattone. Ripetere la cura fino a risultato ottenuto. Questi che ti ho elencato sono trucchi del mestiere, ma se vuoi un cane veramente obbediente devi convincerlo che obbedirti è meglio, e questo lo ottieni solo con una giusta e pacifica sottomissione
Richiesta: Come incominciare ad educare un cucciolo a fare i suoi bisognini fuori casa? Silvy
Risposta: accidenti la pipì, tieni il cucciolo in una cesta o cassa dalla quale non possa uscire. Ogni due ore circa, sollevalo e portalo in braccio fuori nel luogo dove vuoi che impari a fare pipì, mettilo a terra, quando esegue, fagli i complimenti, finita l'operazione riportalo a casa, non in braccio. Ricorda che l'urgenza l'hanno poco dopo finito il pasto e appena svegli, regolati di conseguenza. Ciao
Richiesta: Ho da un anno una JRT,è tutta bianca con una macchia ovale marrone sul fianco destro e la mascherina classica dello stesso colore sulla testa orecchie e muso. E' una cagnolina straordinaria e ogni giorno che passa mi stupisce per la sua personalità stravagante unita ad una intelligenza ed intuizione fuori dal comune. Questi sono i pregi rivelati dalla mia Jackye e altri che dovranno emergere in futuro. Però anche i difetti ci sono. Il più grande è quello del richiamo all'obbedienza, quando si allontana giocando con altri cani, o quando corre infaticabile come un razzo in un pianoro di montagna nei pressi di casa (ogni richiamo è vano, non ubbidisce, perlomeno lo fa quando vuole lei). Vorrei modificare questo suo difetto. E' possibile? Ancora è cucciolona, faccio in tempo? Ringrazio vivamente per una risposta che mi dia speranza. Francesco
Risposta: certo che ti do la speranza. Per prima cosa non seguire mai il cane che ti scappa, vai nella direzione opposta, sarà lui a cercare te. Quando arriva vicino dagli un premio. Ripeti spesso l'operazione, chiamala una sola volta ed approfitta delle sue distrazioni per andartene. Ciao e fammi sapere.
Richiesta: Caro Claudio, come far capire ad un jr di 15 mesi che non deve abbaiare in continuazione? quando comincia ( se suona il tel, il campanello, se qualcuno si alza dal divano, se arrivano ospiti ecc ecc) non la smette più nonostante i "no" i "basta" e altri comandi. mi puoi aiutare? grazie Maria
Risposta: qualcuno di voi premia o ha in passato premiato il cane per farlo tacere con un boccone...... penso di sì. Basta con "basta e no", quando abbaia non vedetelo e non sentitelo, continuate a parlare o cominciate a parlare tra di voi. Fallo "innamorare" di un giochino (senza darglielo mai), ma facendolo fischiare, quando abbaierà fate fischiare il gioco senza farvi vedere e continuate indifferenti a parlare. Fatelo ridere, se lo sgridate e basta si annoia.
Richiesta: Caro Claudio, sono l'orgogliosa mamma-di-Trudy, che ha ormai ben sei mesi e mezzo. Un po' di mesi fa, circa 4, avevo scritto un po' atterrita dalla mordacità di Trudy ma vorrei confermare a chi si trova come mi trovavo io che è sufficiente (ed indispensabile!) far sfogare il nostro JRT all'aperto e con altri cani. Fortunatamente vicino a casa nostra c'è l'Accademia Cinofila Fiorentina dove posso liberare Trudy in uno dei nove recinti a disposizione. Dopo una o due ore di libertà e di gioco assoluto con me e con i cani Trudy viene a casa felice e una volta a casa gioca da sola e la sua compagnia è davvero un piacere! Il solo problema rimasto è che piange se la lascio sola, cioè piange dopo 10 minuti, ma io ci provo tutti i giorni e spero che ce la faremo. Da quando ha imparato il "resta" mi guarda uscire tranquilla, ma solo per dieci minuti. Ciao a presto, Manuela
Risposta: Cara Manuela, sono fiero di te. Mi dovresti spiegare una cosa: come fai a sapere che proprio dopo 10 minuti il cane piange? Non dirmi che stai dietro la porta a spiare. Se fosse così non farlo più, altrimenti spiegami.
Richiesta: Mi scuso perchè ti ho già scritto 2 volte e non ti ho fatto "arrivare" niente perchè ho 10 anni e ancora non sono molto pratico. Domanda: ho letto che il pJrt è più agile e forte del Jrt,ma non mi è sembrato tanto superiore e penso che il Jrt possa competergli abbastanza. Se quello che penso è ingiusto di quanto il Parson Jack russell terrier è migliore, tanto o poco?. Giampiero
Risposta: tranquillo Giampiero, io ho imparato da cinque anni e ne ho più di 15. Sai che non ti so rispondere, non so fare differenze tra razze canine. Fra queste poi se vuoi sapere la mia sono proprio uguali, stessa forza e agilità. Spiegami cosa intendi tu per "migliore". Ciao e a presto..
Richiesta: Come posso insegnare al mio jack russell femmina di due mesi e mezzo a non mordere soprattutto i piedi ed in particolare quelli del bambino?, quando morde difficilmente lascia la presa. E' possibile che possa convivere con il coniglio nano senza fargli gli agguati e bloccarlo a terra? ringrazio anticipatamente, anche se credo che mi rivolgerò spesso a Lei perchè nonostante abbia sempre avuto cani ho già capito che con questo sarà un po' più difficile. Anna
Risposta: per fargli smettere di mordere i piedi, non bisogna concederglielo mai, ma soprattutto evitare tutti quei giochi che mettono in evidenza le sue doti predatorie, come tirare lo straccio o altro che lui tenga in bocca. Bisogna poi anche se molto giovane insegnare subito al tuo amico il seduto e dargli questo comando ogni volta che gli si concede una carezza ed anche quando gli si da il cibo o un boccone. Questo ristabilisce le gerarchie e lo fa poi obbedire ad ogni comando. Per la convivenza con il coniglio, credo ci sia poco da fare tranne comandargli di non morderlo ma non prometto risultati, la natura non si modifica.
Richiesta: Ho provato innumerevoli volte a mandarvi il fax per prenotarmi per il training dei J.R.T,ma non ci sono mai riuscita!!! Per favore datemi notizie, la mia J.R.T. si chiama Cicì,ha 1 anno e 2 mesi e vogliamo assolutamente partecipare...rispondetemi per favore...! Saluti Francesca
Risposta: mi scuso per il disguido ma a causa di problemi familiari sono stato costretto a rimandare lo stage. Non disperare Francesca, ho rimandato alla fine di settembre, e presto darò indicazioni più precise. Approfitto per comunicare a chi fosse interessato di inviarmi il proprio indirizzo e-mail o altro modo per contattarvi, e vi indicherò personalmente date e condizioni. Grazie per l'interessamento e scusa per il disguido.
Richiesta: atteggiamento dominante di tipo maschile su femmina Parson JRT. Rea la mia Parson compie tre anni ad agosto da sempre dimostra atteggiamenti dominanti (urina alzando la zampa e marcando spesso il territorio) non accetta imposizioni dai familiari se non da me che riconosce come dominante. Un anno fa le è stata regalata una volpe in pelouce proporzioni reali. Il suo gioco era quello di aggedirla e strattonarla. Recentemente, subito dopo il calore, la monta in tipico atteggiamento maschile pur continuando nel suo gioco di aggressività. vorrei sapere se un atteggiamento così marcatamente maschile in una femmina è normale. Guido
Risposta: l'atteggiamento di urinare come un maschio non è un problema, lo è però quello di obbedire solo a te all'interno del gruppo familiare. I tuoi familiari devono comportarsi come te e ristabilirete così le gerarchie. L'aggressività invece è una dote del carattere del cane, e a volte la si confonde con la combattività, atteggiamento che il cane usa per la caccia e che se non avesse in natura sarebbe estinto. Siamo portati a vedere le femmine più tranquille e dolci, è sbagliato, recenti studi hanno dimostrato che la femmina ha più facilità del maschio ad essere capo branco o alfa. Quando se ne va battuta dal branco ne ricostruisce subito uno tutto suo perchè dei maschi la seguono, cosa che non succede per i maschi. La parità dei sessi credo l'abbiano accettata prima loro di noi.
Richiesta: Caro Claudio/Babbo Natale, sono Manuela, la padrona del pestifero Peter (l'irriducibile, come lo hai definito più che giustamente tu). Ebbene, l'irriducibile...si è ridotto! E' diventato un ragazzo (ha compito un anno da un mese) di non buone maniere, visto che non lo è neanche la padrona, ma di buon comando, come si diceva una volta. Ha smesso di lasciare ricordi di sé in tutti i posti frequentati ed ha sviluppato un carattere forte, dolce, malleabile. Impara sempre più cose e sempre più in fretta, manifestando una gran voglia di imparare, come un adolescente curioso e avido. Insomma, queste righe per dirti un gran GRAZIE...Avevi ragione tu, prima o poi la battaglia si doveva vincere: lui è un gran cane ed io mi sento una sua grande sorella. Rimane un piccolo grande neo, che credo però sia comune a tutta la razza: ha un coraggio da leone e comincia a non rendersi più conto dei pericoli, specie nei confronti con gli altri cani. Ma a questo credo non ci sia rimedio: l'unica, suppongo, sia fiancheggiarlo! ed insegnargli a recedere, almeno con la voce. Comunque, il suo carattere incredibilmente socievole lo mette raramente alla prova in questi braccio-di-ferro: speriamo che rimanga sempre così, giocoso, ottimista, assetato di voglia di vivere.Claudio, ti ringrazio ancora tanto tanto e, se organizzate quello stage a Roma, avrò davvero piacere di conoscerti. Un abbraccio enorme da me e da Peter un sacco di leccatine! Manuela
Risposta: Oh bene, mi fa molto piacere sapere che ce l'abbiamo fatta, anche se non avevo dubbi, la costanza premia sempre, almeno coi cani. Riguardo lo stage è stato spostato a settembre in data che comunicherò al più presto
Richiesta: Ciao,sono Vanja tra 10 giorni avrò un maschietto di jrt vorrei sapere c'è qualche libro che mi dia degli ottimi consigli per allevare un cucciolo,visto che è la mia prima esperienza "cani", tipo quante volte devono mangiare, se devo comprare ossi per i dentini ecc. Altrimenti mi puoi aiutare tu? Ti ringrazio molto penso che ci sentiremo molto presto!!!!!!
Risposta: Ciao Vanja, le risposte che mi chiedi, le avrai dal tuo veterinario e dall'allevatore che ti vende il cane. La dieta la conosce l'allevatore, e ti farai regalare da lui lo stesso cibo al quale il cucciolo è abituato. Ti darà il libretto sanitario sul quale sono riportate le vaccinazioni già eseguite, il numero di iscrizione all'anagrafe canina, che dovrai poi tatuare al tuo cane. Fagli pure un sacco di domande, sarà felice di risponderti. Dal veterinario dove andrai subito, avrai le informazioni riguardanti l'alimentazione, l'igiene, le cure etc. Quando avrai domande inerenti l'educazione, mi troverai qui. Ciao e trattalo con dolcezza e fermezza
Richiesta: Convivo da poco con una deliziosa cuccioletta di JRT. Volevo chiederle se c'è un modo più veloce per insegnarle a fare i bisogni fuori. Inoltre volevo chiederle se i JRT soffrono la solitudine. A causa del mio lavoro ifatti sono fuori casa per circa 8 ore ma dedico a lei tutto il mio tempo libero. E' sufficiente? Grazie Cristiana
Risposta: : Il cane discende dal lupo quindi un animale da branco perciò soffre la solitudine, ma se dopo le otto ore torni e gli dedichi il tuo tempo non ne farà un problema. Non hanno la cognizione del tempo come noi, a lui basta la convinzione che tornerai. La pipì grosso problema, non so quanti mesi ha la tua cucciola comunque un cucciolo otto ore non resiste la deve fare. Portala fuori appena sveglia e dieci minuti dopo mangiato, imparerà a farla fuori, ma con calma, subito è difficile se la lasci sola otto ore. Ciao a presto.

Pagina:  1  2  3  >4  5  6  7  8  9   10

Homepage - Allevamenti -Dog-training - Vet jack - Annunci - Jack-Matic™ - Le foto  -  Books-Libri  - FORUM - NewsShop

In questo sito non usiamo cookies non facciamo spamming- rispettiamo in modo assoluto la Vostra privacy Ogni riproduzione e utilizzo anche parziale dei contenuti è vietata. All rights reserved Copyright 1996-2005 Web-O-Site In Web We Trust ©